Nel suo territorio padano così caro a Zavattini opera Bruno Arcari, un grande genio indomito e tenace, avvolto dalla sua paziente grazia artistica e dallo spirito di un’Officina che da molti anni lo vede protagonista nell’arte del creare suggestivi e misteriosi dipinti attinenti le atmosfere del grande fiume Po.

Francesco Vidic

Dal 4 maggio al 5 giugno LIFE ospita le opere di Bruno Arcari. Arcari viene da una formazione artistica che nel tempo ha affinato e personalizzato. Forte nella sua produzione è il tema dell’acqua e del Grande Fiume, protagonista di molte opere su tavola. Si tratta di paesaggi tratteggiati, indefiniti, dove si percepisce la forza e la supremazia della natura rispetto ai resti umani. Per Arcari il fiume è libertà e grandezza, mancanza di confini.

Nei paesaggi la figura umana non è contemplata, ma le persone sono ben presenti nella produzione di Arcari con ritratti a carboncino e gessetti che raccolgono perfettamente l’animo dei protagonisti.

Bruno Arcari ha il suo atelier a Casalmaggiore (CR), dove è molto conosciuto grazie al suo negozio di cornici. Si tratta di un’attività molto apprezzata dagli artisti della zona che grazie ai suoi suggerimenti riescono a valorizzare le proprie opere.

Bruno Arcari ha un sito internet dove è possibile vedere la galleria di alcune delle sue opere.

Info: http://www.brunoarcari.com/contatto/